Recensioni

Note di libri: Mors tua

Cari crostacei, oggi mi trovo qui a farvi la recensione del romanzo “Mors tua” di Danila Comastri Montanari, primo volume della serie di gialli storici con protagonista il senatore/investigatore Publio Aurelio Stazio, ambientato nella Roma del 42 d.C..

Publio Aurelio Stazio, senatore di Roma, incontra alle corse la bella liberta Corinna, che gli da appuntamento a casa sua. Una volta arrivato al luogo dell’incontro, trova la ragazza sul letto morta pugnalata. Credendo di venire coinvolto nell’omicidio, ne prende le distanze ed inizia ad indagare personalmente. Le indagini lo porteranno ad un altra figura rilevante all’interno del senato; Furio Rufo, conosciuto per i suoi principi saldi e ligi alla morale degli imperatori precedenti.

Il romanzo non mi è piaciuto, mi era stato consigliato e mi aspettavo decisamente qualcosa di molto più coinvolgente. La scrittura è banale, in termini di lessico e non solo. La trama lascia a desiderare e il giallo di per sè non è accattivante. Mi piace molto leggere i romanzi gialli, di solito quelli della Christie. Ok, lei è decisamente la migliore, ma mi sono approcciata anche ad altri autori e non mi sono dispiaciuti. Questo invece ho proprio fatto fatica a finirlo.

L’ho trovato noioso, inizia ad animarsi la vicenda verso pagina 110, su 150. Le pagine precedenti sono sicuramente dedicate alle indagini, ma è tutto così lento e sciatto che mi è difficile pensare che siano tentativi per avvicinarsi alla risoluzione di un omicidio.

Posso pensare che essendo il primo libro di quella che poi è diventata una saga con il personaggio di Publio Aurelio Stazio, sia più “semplificato” e “immaturo”, anche se non avendo letto i seguiti non posso sapere se le narrazione migliora nel corso dei romanzi. Certo per me diventa difficile, se non quasi impossibile, pensare di poter andare avanti con le letture dopo questa delusione; partirei decisamente prevenuta e scoraggiata.

Altra nota a sua sfavore è la mancanza di riflessioni, di contenuti che ti spingano a pensare. Io sono una di quella lettrici, che anche nei libri brutti o che non mi sono piaciuti, trova sempre uno spunto di riflessione, qualcosa che possa arricchirmi o stimolarmi a pensare. Qui non ho trovato nemmeno questo.

L’autrice fa un pallido tentativo che mette in evidenza la prostituzione, lavoro di Corinna, la condizione della donna e la prostituzione minorile, all’interno della società romana antica. Ma è talmente blando, anche qui, e poco approfondito che si va a perdere. Inoltre anche le altre donne all’interno del romanzo non sostengono posizioni che possano “ribellarsi” alla condizione che le viene imposta dalla parte maschile e misogina che le circonda. Sono sempre legate ai protagonisti maschili, tutte rientrano nell’interesse “pulsionale” di Aurelio o quasi. Vivono in funzione del padre, del marito, dell’amante, dell’amore non corrisposto, come se avessero da pensare solo al lato romantico o sessuale della vita. Sono certa che specialmente in passato, le donne non avevano un gran da fare in termini lavorativi, come invece avviene oggi, ma sono certa che avranno avuto anche altri pensieri o interessi, nonostante non potessero esprimerli liberamente.

In conclusione non ve lo consiglio, di gialli storici ce ne sono milioni e decisamente migliori, almeno per me. Specialmente per chi in un giallo, cerca l’adrenalina di capire chi è stato, come e perchè, anziché cercare storielle d’amore.

Voi lo avete letto? Se si commentate qui sotto, anche se lo avete amato, mi piace confrontarmi con pareri diversi dai miei.

Qui la canzone con cui ho accompagnato la lettura.

Un pensiero riguardo “Note di libri: Mors tua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...